Thelma e Louise

Venerdì 12 aprile, ore 21.15
Salone Snaporaz
THELMA E LOUISE
Angela Baraldi, Francesca Mazza, Rita Marcotulli


voce e recitazione Angela Baraldi, Francesca Mazza
pianoforte Rita Marcotulli


“Senti Louise, non torniamo indietro” “Che vuoi dire, Thelma?”. “Non fermiamoci”.

“Che vuoi dire, Thelma, non capisco…” “Coraggio…” “Sei sicura?” “Sì”.

Thelma e Louise cantano con i finestrini abbassati. Un’immagine semplice che parla di qualcosa che è ancora tanto difficile da conquistare: la libertà. Nel loro viaggio, c’è un passato da seppellire – chi non ce l’ha?- , l’amicizia –basta con quella storia della competizione fra donne!-, il coraggio- non sempre ma quando serve; ci sono due donne non più vittime, perché alla violenza si può rispondere con la violenza, sì. Amo le storie di donne: in queste ho trovato un orgoglio d’appartenenza, la saggezza del tempo delle attese così come la fierezza dei gesti impulsivi ; da tante di loro ho cercato d’imparare cosa è giusto dimenticare e cosa è necessario ricordare. Angela e Rita, due magnifiche compagne per questo viaggio che, senza entrare in competizione con il cinema, cercherà di restituire in teatro e musica una di queste storie, quella che mostra lo sforzo di riappropriarsi della propria vita e forse, ancora, l’attesa di un uomo che stia dalla nostra parte, che c’insegua per fermare la folle corsa verso il vuoto. Francesca Mazza

http://www.teatrodellaregina.it/event/thelma-e-louise/

*SONATA A KREUZBERG* // Contempo Records // Gatefold sleeve 140 gr. HQ LP / CD RELEASE DATE: NOVEMBER 16th, 2018

Massimo Zamboni – Angela Baraldi – Cristiano Roversi


cover_sak_2Colonna sonora dello spettacolo teatrale Nessuna voce dentro – Berlino millenovecentottantuno, tratto dall’omonimo romanzo pubblicato da Einaudi nel 2017, Sonata a Kreuzberg raccoglie e rielabora in una forma completamente nuova e senza derive nostalgiche grandi capolavori di quegli anni a ridosso (in senso lato) del 1981, quando Zamboni decise di trascorrere la sua estate a Berlino (come racconta nel romanzo), ai quali si aggiungono quattro brani inediti: due di Zamboni e due di Roversi. Perché le canzoni dell’album – riletture in bianco e nero, scarne come le ossa, ripulite dagli eccessi estetici di quegli anni per farne esplodere il carattere contemporaneo – non sono soltanto perle di una storia musicale, piuttosto sono i brani più significativi per la giovinezza di Massimo e per la sua esperienza berlinese. Da Bette Davis Eyes di Kim Carnes a Kebab Traume dei DAF, passando per Berlin di Lou Reed e In The Garden degli Einstürzende Neubauten, fino ad arrivare ad Afraid di Nico e a una chicca come Alabama Song di Bertolt Brecht e Kurt Weill, Sonata a Kreuzberg è la sua personale “guida sonora alla citta delle macerie”.

Tracklist
1) Unterwegs (inedito: Cristiano Roversi)
2) Alabama song (Weill – Brecht)
3) Ein dunkel Herr (inedito: Massimo Zamboni)
4) Der Räuber und der Prinz (D.A.F.)
5) In the garden (Einstürzende Neubauten)
6) Afraid (Nico)
7) Paul ist tot (Fehlfarben)
8) Bette Davis eyes (Kim Carnes)
9) Hundsgemein (Ideal)
10) Kebab Träume (D.A.F.)
11) Berlin (Lou Reed)
12) Superfly (inedito: Cristiano Roversi)
13) Allarme (CCCP)
14) La città imperiale (inedito: Massimo Zamboni)

Una voce per DREAM l’Arte incontra i Sogni..CHIOSTRO del BRAMANTE dal 29 settembre

42124873_1878586765563957_1829410536642476542_n 81783-DREAM_immagine_corretta

“Dream è la rappresentazione dell’idea di sogno, una dimensione altra che trascende la fisicità della percezione per accedere nei territori dell’emozione, dell’incanto, della poesia”   D.Eccher 

 

 

DREAM

29  settembre  2018 / 05  maggio  2019

DREAM

L’ARTE INCONTRA I SOGNI

a cura di Danilo Eccher

29 settembre 2018 > 5 maggio 2019

A occhi aperti oppure chiusi, di notte o di giorno, nel cassetto o realizzati, al Chiostro del Bramantei sogni incontrano la grande arte contemporanea. Magia, utopia, essenza, incanto e desideri prendono forma nella mostraDream. L’arte incontra i sogniin un percorso espositivo coinvolgente e suggestivo che permetterà al pubblico di evadere dalla realtà ed entrare in contatto con l’inconscio e l’onirico.

Dream, significato di esplorazione, conoscenza ed emozione, ma anche espressione della parte più profonda dell’essere umano, è la chiave di lettura per accedere ai «vasti e profondi territori dell’anima», come afferma il curatore dell’esposizione Danilo Eccher.

Nella perfetta architettura rinascimentale di Donato Bramante, il sogno diviene elemento di riflessione e rivelazione attraverso i poetici linguaggi dei massimi esponenti dell’arte contemporanea, protagonisti della mostra Dream. L’arte incontra i sogni.

Dream

A straordinarie opere d’arte si alternano lavori site-specific ripensati per gli spazi del complesso museale e polivalente con sede nel cuore della capitale, in una successione che diviene un unico grande racconto, anche grazie al coinvolgimento di artisti noti, come Bill Viola, Anish Kapoor, Luigi Ontani, Mario Merz, James Turrell, Anselm Kiefer.

I sogni, guidano gli spettatori attraverso una serie di tappe e passaggi, soste e ripartenze: dal confronto con la natura all’identificazione nelle forme, dall’evocazione di memorie personali e collettive all’attraversamento del tempo, dalla sublimazione delle ombre all’immersione totale nella luce.

DREAM. L’arte incontra i sogni” completa la trilogia, ideata e curata da Danilo Eccher per il Chiostro del Bramante, iniziata con “LOVE. L’arte incontra l’amore” (2016) e proseguita con “ENJOY. L’arte incontra il divertimento” (2017).

Tre grandi mostre dedicate all’arte contemporanea e ai suoi linguaggi, capaci di esprimere diversi stati dell’anima, come la complessità delle sensazioni legate ai sentimenti, le esaltazioni delle emozioni più gioiose e le percezioni più profonde appartenenti all’onirico.

Dal 29 settembre 2018 al 5 maggio 2019il Chiostro del Bramante invita il pubblico a vivere un’esperienza senza eguali, in un luogo in continua evoluzione, dove apprendimento e approfondimento sono gli strumenti per dialogare con l’arte, partendo dal confronto con essa stessa.

Protagonisti

Jaume Plensa, Anselm Kiefer, Mario Merz, Giovanni Anselmo, Christian Boltanski, Doris Salcedo, Henrik Håkansson, Wolfgang Laib, Claudio Costa, Kate MccGwire, Anish Kapoor, Tsuyoshi Tane, Ryoji Ikeda, Bill Viola, Alexandra Kehayoglou, Peter Kogler, Luigi Ontani, Ettore Spalletti, Tatsuo Miyajima, James Turrell.

Contenuti di Approfondimento: www.chiostrodelbramante.it/mostradream

le voci del sogno

Completa il progetto Le voci del sogno: per la prima volta al mondo le parole di uno scrittore ispirate alle opere degli artisti protagonisti di Dream e interpretate da 14 attori italiani accompagnano il pubblico in mostra attraverso una audioguida. 14 racconti inediti di Ivan Cotroneo diventano evocazione in un percorso straordinario, libero da confini didattici, capace di amplificare, capace di creare un altro sogno.

Angela Baraldi, Giulia Bevilacqua, Marco Bocci, Cristiana Capotondi, Valentina Cervi, Matilda de Angelis, Isabella Ferrari, Matteo Oscar Giuggioli, Giuseppe Maggio, Brando Pacitto, Alessandro Preziosi, Alessandro Roia, Valeria Solarino, Simona Tabasco.

https://www.facebook.com/chiostrodelbramante/videos/165439741050177/?hc_ref=ARQ_lvf_sGXuTJ0h7U_KId6L6ZW4pS4X-CRBAGfxQEJfxekRu9cFKXvRaux68UMqMDo&__xts__[0]=68.ARCsfcfWoAlq7jP0yAZ2KzITzWTgha7nNT_d-roeNhdLszFsmKBc9131oX2C_zpY7HyF3imL5LChBTnUQnnRU4JXmy97ttRMgQM1G4Rz6qB5riCX__-cGWjfa3xYPJEGHPwVCNWcEsEQDfAFcwkuo2JpLrV1eZ_kOinYADrcHO5CtdJxQEKUqoM&__tn__=FC-R

PIENE DI DESTINO – 27 agosto Teatro del Baraccano (Bo) – con Angela Malfitano

Si tratta di parlare di Lei,leggendo stralci del suo penultimo libro:Just Kids.Ogni tanto mi è permesso di cantare le sue canzoni,cosa che faccio raramente perché ho paura di imitarla,tanta è stata l’importanza della sua attitudine per me.

PATTI SMITH,ho avuto il piacere di nascere con lei mia contemporanea…

piene di destino

Patti Smith :foto  di uno scatto di Guido Harari da sempre sul mio  pianoforte.

di Billi Vacanza

 

foto in bianco e nero dello spettacolo “Piene di Destino”

non so di chi